Home » Proteggere il fegato con il Cardo Mariano Integrazione
Cerchi qualcosa?
29 Ott

Proteggere il fegato con il Cardo Mariano

proteggere il fegato con il cardo marianoIl Cardo Mariano è una pianta erbacea che contiene Silimarina. L’azione della Silimarina si esplica sua modificando la struttura esterna della membrana degli epatociti, in modo tale da renderla più resistente agli attacchi delle sostanze tossiche, sia stimolando la sintesi proteica nei ribosomi. Grazie alla Silimarina, il Cardo Mariano facilita dunque la capacità di rigenerazione del fegato e la formazione di nuovi epatociti. Il fegato svolge un ruolo essenziale nel metabolismo delle lipoproteine plasmatiche e, in caso di disturbi epatici, esse potrebbero aumentare eccessivamente incrementando il rischio della formazione di placche aterosheletriche.

Effetto protettivo e rigenerante

L‘integrazione a base di Cardo Mariano è in grado di provocare l‘aumento della reisistenza delle cellule epatiche dall’attacco di alcune sostanze nocive, riducendo la premeabilità della membrana esterna degli epatociti. La Silimarina può essere utilizzata come supporto alle terapie contro alcune disfuzioni del fegato per contrastare l’accumulo di grassi all’interno degli epatociti. In caso di malattie infettive, come l’epatite, l’assunzione di Cardo Mariano è in grado di ridurre la morte delle cellule epatiche. Oltre a proteggere il fegato dai danni causati da farmaci e da altre sostanze tossiche, la Silimarina è anche in grado di stimolare l’aumento della sintesi di RNA, che si traduce in aumento della sintesi proteica.

Effetto antiossidante

La Silimarina contenuta nelle preparazioni a base di Cardo Mariano svolge anche un’azione antiossidante in quanto riesce a catturare i radicali liberi responsabili dell’ossidazione di fondamentali molecole cellulari.

Commenti

Lascia un commento, o un trackback dal tuo sito. Puoi anche abbonarti a questi commenti via RSS.

Puoi utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza Gravatar. Se volete un' immagine come avatar, registrarsi al sito Gravatar.