Home » La colazione è il pasto principale della giornata? Assolutamente no! Alimentazione
Cerchi qualcosa?
26 Nov

La colazione è il pasto principale della giornata? Assolutamente no!

La colazione non è il pasto principale della giornataLa colazione non è il pasto principale della giornata proprio perchè perchè al momento del risveglio il corpo umano si trova ancora in un’intensa fase di eliminazione delle tossine e dei rifiuti dovuta dalla digestione del pasto della sera. Durante la mattinata, quando la digestione è finalmente completata e quindi si è “a secco”, si innesca un meccanismo di sopravvivenza chiamato “combatti e fuggi” che consiste nel massimizzare la capacità corporea di generare energia, stare in allerta e resistere allo stress e alla fatica. Questa modalità di sopravvivenza è controllata in primo luogo da una parte del sistema nervoso autonomo, conosciuto anche come sistema nervoso simpatico: SNS. Quando l’SNS è attivo, il corpo si trova in una fase più intensa di produzione energetica e questo succede quando la maggior parte dell’energia prodotta deriva dai grassi bruciati. Ma questo succede solamente quando non si fa la colazione tipica. Se a colazione siete abituati a mangiare merendine varie, latte, biscotti, cereali ecc…non fate altro che annientare questo sistema di produzione energetica innescando cosi la parte opposta dell’SNS, ovvero il sistema nervoso parasimpatico PSNS.
Se durante il giorno capita di avere sensazioni di gonfiore, pesantezza, torpore e lentezza, date pure la colpa al PSNS perché comporta una minore resistenza alla fatica e allo stress.
Il corpo tende ad immagazzinare energia invece di produrla e a preservare il grasso invece di bruciarlo. In queste condizioni l’azione disintossicante risulta inibita e lo stress metabolico aumenta inevitabilmente comportando l’accumulo di tossine non smaltite nel fegato immagazzinandole nei tessuti grassi.

Gli effetti (negativi) della colazione durante la giornata

Il pasto mattutino ha degli effetti negativi durante la giornata che si manifestano sotto forma di cali di energia e, mentre si lavora, ci si vede costretti a “rimediare” con snak, zuccheri, caffè o la classica sigarettina. Il fatto di mangiare in tempi sbagliati ostacola l’abilità del nostro corpo di essere in sintonia con il circadiano perché l’organismo non è abituato a questo tipo di interruzioni. L’organizzazione fisiologica è programmata in modo tale da far concordare le due parti del sistema nervoso autonomo SNS e PSNS.
L’SNS regola lo stato di allerta e l’attività giornaliera, mentre il PSNS agisce di notte intervenendo sul rilassamento, la digestione e il sonno.
Se questo ciclo viene interrotto, le funzioni vengono sballate e ciò comporta sonnolenza durante il giorno, agitazione e altri disturbi durante la notte.
Ecco perché la colazione deve essere calibrata con precisione in modo da non sopprimere l’SNS e la sua fase altamente energetica. Per promuovere l’attività dell’SNS è possibile con alimenti che non appesantiscano come la frutta o piccole razioni di cibi proteici.

Cosa posso mangiare se mi alleno al mattino presto?

Chi svolge attività fisica al mattino presto deve trasformare la colazione in un pasto di recupero postworkout a base di piccole quantità di alimenti proteici. Un picco di insulina è indispensabile per completare in modo efficace le azioni anaboliche dell’ormone della crescita insulino-simile 1 dopo l’allenamento, ma dopo il primo pasto di recupero bisogna mantenere il corpo in una fase di sottoalimentazione minimizzando l’assunzione di carboidrati nei pasti che seguono. Fare piccoli pasti a base di proteine e carboidrati ogni 2 o 3 ore aiuta a sostenere l’azione dell’SNS durante il giorno, favorendo la sintesi proteica e l’anabolismo a lunga durata dopo il workout. Quindi il pasto più importante della giornata non è la colazione, ma i pasti di recupero postworkout.

Commenti

Lascia un commento, o un trackback dal tuo sito. Puoi anche abbonarti a questi commenti via RSS.

Puoi utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza Gravatar. Se volete un' immagine come avatar, registrarsi al sito Gravatar.